Come l’amore (1968)

aka Something Like Love
Fraia Film, Italy, B&W 84 min.

Music by Shawn Phillips
Movie Director: Enzo Muzii
Movie Cast: Alfred Lynch, Anna Maria Guarnieri, Giuseppe Salierno, Valentino Esposito, Paul Theodore Flynn, Valentino Macchi, Giulio Mascoli,
Gioia Ramaglia, Barbara Ruffo…
Awards: Silver Berlin Bear and Youth Film Award in 1968
Review Summary

A young couple returns to a romantic Italian town where they first met and fell in love. Anxious to rekindle their passions, photographer Alfred (Lynch) and his girlfriend Annamaria (Guarnieri) retrace the steps of amore. Thing go smoothly until Alfred is plagued by thoughts of jealousy and is paralyzed by his inability to commit to the relationship. Annamaria, upset with Alfred, hops on another man’s yacht and sails away in this depressing tale of love gone wrong. Shawn Phillips provides the soundtrack with his unique 12-string acoustic guitar stylings. ~ Dan Pavlides, All Movie Guide

 

 

One response

3 07 2008
Webmaster

Another plot I found for this movie is in italian. I would apreciate if someone could translate in english and/or french. Thanks.

Synopsis: Come l’amore segna l’esordio nel lungometraggio di Enzo Muzii e il debutto cinematografico di Anna Maria Guarnieri. Battesimo felice, perché Muzii mostra di sapersi inserire con accenti personali nella pattuglia di punta del cinema italiano, e alla Guarnieri, per la sua straordinaria fotogenia, si apre la strada di nuovi successi. Come l’amore non è un film facile, e come molte opere prime nate in ambienti di cultura soffre di qualche artificio (senza dire il debito verso Antonioni), ma è interessante per il modo con cui cerca di visualizzare l’ambiguità del reale. Muzii è fotografo di professione: passando al cinema il pericolo, ovviamente, era quello dell’immagine calligrafica, dell’astrazione intellettualistica, cui si aggiungeva, poiché il film è girato a Positano, quello del compiacimento paesistico e folcloristico. Se ha evitato questi rischi è perché ha raggiunto un buon equilibrio fra l’idea e la forma, sottraendo il racconto sia alle convenzioni naturalistiche sia agli estetismi del mestiere. Il film ha per protagonisti un fotografo inglese (interpretato dal duttile Alfred Lynch) e un’attrice italiana, appunto la Guarnieri, che ritrovandosi dopo due anni cercano di far rivivere i sentimenti del passato, e perciò ripercorrono i luoghi e ripetono i gesti del loro primo incontro. Ma non si scherza con l’amore. Infatti ben presto l’aria s’incrina: in lui il gusto del gioco si mescola alla gelosia e alla difficoltà di esprimersi, lei avverte troppo bene l’imbarazzo d’una situazione precaria per potersi abbandonare agli slanci del cuore. Viene il momento che i due non hanno più nulla da dirsi, anzi cresce l’ostilità: la donna parte in crociera, l’uomo resta a Positano a scattare decine e decine di fotografie d’un vecchio del paese che vive solitario. È il momento più cifrato ma anche più bello del film, in cui il protagonista, a contatto con la verità della solitudine umana, deve acquisire un senso più autentico e caldo della vita. Rivedutisi a Roma, infatti, egli è diverso. Trova il coraggio, sebbene a suo modo, di dire alla donna che l’ama. Aiutato dalla sceneggiatura di Tommaso Chiaretti e di Ludovica Ripa di Meana, dalla musica di Shawn Philips e dalla fotografia di Luciano Tovoli, Enzo Muzii è andato vicino al traguardo. Anche se le motivazioni psicologiche non sono sempre esaurienti, se qualche nesso resta oscuro, il film esprime un ventaglio di stati d’animo e di comportamenti tipicamente moderni in una sintesi elegante di valori narrativi e figurativi sorretti dalla libertà della luce e dell’azione.
Da Eva dopo Eva. La donna nel cinema italiano, Bari, Laterza, 1980

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: